Quei disertori dei 5 stelle!

banner-imprevisti-patrimonio-immobiliare

Siamo felici di leggere che il Sindaco di Canepina ha sentito talmente tanto la nostra mancanza all’ultimo consiglio comunale da scomodare i giornali locali per far sapere in ogni dove, che la minoranza ha disertato l’aula! Quale peggior sacrilegio! Disertano nel giorno più importante dell’anno amministrativo, quello in cui si approva il bilancio consuntivo! Per un attimo sembrava di leggere un pesce d’Aprile ma invece siamo a Maggio..  Andiamo quindi a ricordare al Sindaco, che il bilancio si dovrebbe discutere nelle apposite commissioni, che invece presso il comune di Canepina restano costantemente dormienti, come quadri antichi che nessuno spolvera più. Spieghi ai lettori che non esiste confronto con i cittadini ne tanto meno con la minoranza, ma che si arriva come sempre a cose fatte in consiglio comunale. Permetteteci di ricordare al Sindaco che il bilancio del comune di Canepina per la maggior parte delle voci è ormai da 4 anni un copia incolla di quello dell’anno precedente. Lo strumento più importante dell’ente, il bilancio, in cui si decidono le sorti del paese, in cui si decide dove destinare i soldi, dove risparmiare e dove investire, uno strumento che come abbiamo sempre detto in 4 anni andrebbe condiviso con la popolazione e non andrebbe semplicemente portato in consiglio già pronto per l’approvazione. Sempre la solita minestra, i soliti fondi alle solite associazioni, le solite gite estive, i soliti soldi (decisamente parecchi) stanziati per lo sport, manco avessimo una squadra in serie B, e tutto il solito che rende il paese monotono, piatto, ben lontano da quel cambiamento che 4 anni fa riecheggiava nelle strade del paese durante la campagna elettorale. Bene Sindaco, come sa non abbiamo neanche voce in capitolo sulla decisione della data e dell’ora in cui convocare il consiglio comunale, viene stabilito dal presidente del consiglio, anch’esso democratico per Canepina, che lo cala dall’alto e ce lo notifica per mezzo del messo comunale, che come saprà spesso non ci trova neanche a casa, poiché impegnati ognuno sul proprio lavoro. Diventa quindi difficile organizzarsi per presenziare ai vostri consigli, ma nonostante ciò da inizio mandato siamo sempre stati presenti tranne in un paio di occasioni. Ci lasci sottolineare anche l’inutilità di presenziare ad una seduta in cui vengono illustrate cose già decise e definite, sulle quali non vi è un minimo di confronto e discussione con la maggioranza, tutti compatti come sempre, senza particolari interventi se non il suo, vi votate i vostri bei bilanci copia incolla. Ebbene quest’anno abbiamo preferito investire il nostro tempo diversamente senza toglierlo dagli impegni lavorativi, che ci hanno tenuti lontani dal nostro amato paese fino a ben oltre l’orario di fine del consiglio, per lasciarvi direttamente da soli nel votare nuovamente il vostro solito bilancio. Quanto allo streaming, perché non spiega ai cittadini e ai lettori, che la motivazione che aveva dato 4 anni fa per bocciare la nostra di trasmissione in diretta dei consigli comunali fu quella di evitare di creare un distacco del cittadino con la realtà, e di incentivare in questo modo la presenza fisica dei cittadini presso la casa comunale. Spieghi ai lettori che a distanza di 4 anni dalla sua previsione di riempire la sala comunale, grazie all’assenza dello streaming, lei ha invece di gran lunga peggiorato la situazione perdendo un pezzo ogni consiglio, e dica anche che da diversi mesi a questa parte siamo completamente soli, nessun cittadino partecipa fisicamente e che quindi il tempo ha dato ragione a noi? Se ci avesse dato retta almeno ora avrebbe potuto contare su qualche centinaio di visualizzazioni e ascoltatori in streaming. Perché non spiega ai cittadini come mai questa amministrazione non pubblica mai neanche un manifesto di convocata adunanza, con data ora e invito a partecipare per tutta la cittadinanza? Forse teme che anche i cittadini possano accorgersi del copia incolla?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>